Banners Broker frode e arresti



La polizia di Toronto ha arrestato due uomini accusati di aver truffato migliaia di "investitori" per  93 milioni di dollari attraverso un presunto schema piramidale globale conosciuto come "Banners Broker".
Banners Broker è iniziato in un ufficio a Church and Shuter streets in 2010, fondata da Christopher George Smith, 45 anni, di Toronto, e Rajiv Dixit, 45, Vancouver.
La coppia ha offerto un alternativa per gli investitori: ". Un nuovo modo per raddoppiare i propri soldi"
Nominalmente, l'opportunità di investimento era basata sulla pubblicità online, infatti, faceva intendere di vendere banner pubblicitari per siti web. Tuttavia, la polizia sostiene che il denaro raccolto dalla società tra il 2010 e il 2012 non proveniva dai banner pubblicitari, ma era  pagato con l ingresso dei nuovi investitori (schema piramidale).

"Ci sono stati colpi di scena sottili nel linguaggio, ma credo che i primi partecipanti sapevano, o avrebbero dovuto sapere, che stavano partecipando ad uno schema piramidale", ha detto Det. Sgt. Ian Nichol, della sezione marketing di massa della polizia di Toronto.
Secondo Nichol, il sistema è stato in seguito "riconfezionato" in modo che fosse reso come una società di pubblicità legittima, attirando cosi più vittime che sono state poi "ingannate" a sua volta.

I primi partecipanti hanno fatto soldi, sono stati pagati circa  45 milioni di dollari,soldi derivanti dagli investitori entrati successivamente.
I restanti fondi-circa 45 milioni di dollari, sarebbero stati incanalati a una serie di conti offshore in Belize, St. Lucia, a Cipro, e in altri luoghi.
Banners Broker ha avuto una presenza online pesante, molti dei quali ancora oggi, tra cui esercitazioni in linea sul come investire sempre più denaro nel sistema.
Altri, i video più recenti che mostrano investitori arrabbiati che chiedono i propri soldi indietro.

Smith e Dixit sono accusati di frode, riciclaggio di denaro sporco, e vendita piramidale. 




                                                                     Fonte: metronews.ca



A cura del :  Goldweb Team Revolution

Yahoo! in crisi nera: verso la cessione dei servizi mail e news

Copyright (c) FIRSTonline: Yahoo logo

Lo storico gigante del web Yahoo! sembra ormai essere entrato in una crisi senza fine. Secondo il Wall Street Journal spiegando che il gruppo, fra i pionieri di internet, potrebbe presto vendere le proprie attività principali, compresi i servizi storici come e-mail e news. Il quotidiano americano ha spiegato, inoltre, che nonostante la cura imposta negli ultimi tre anni dal Ceo Merissa Meyer, la crisi di Yahoo! sembra non avere altri sbocchi visto anche l’esodo inarrestabile dei top manager.

Allo studio del board di Yahoo! c’è anche l’ipotesi della cessione della partecipazione nel colosso cinese di e-commerce Alibaba. L'investimento in Alibaba, in particolare, vale più di 30 miliardi di dollari, pari al 15% delle azioni.

Ma sull’idea di cedere la partecipazione in Alibaba c’è l’ombra del fisco americano. Yahoo! al momento non ha ricevuto alcuna assicurazione dal fisco Usa (Irs) sulla tassazione che sarà sottoposta all’eventuale operazione di cessione delle azioni di Alibaba.

Fonte: firstonline.info

La vendita diretta si espande sempre più

Risultati immagini per vendita diretta

Si tratta di un settore con più di  32 miliardi di dollari e con 17 milioni di dipendenti solo negli Stati Uniti.


L'attività di vendita diretta è sempre più grande di giorno in giorno. 
Aziende come Mary Kay Cosmetics, Herbalife, Pampered Chef, Younique, Jamberry, Scentsy. 

Potreste aver già sentito parlare almeno di una di queste.

Part-time o full, questo business è conosciuto per essere flessibile e per non avere limiti.


Kay Husman è un consulente indipendente di vendita diretta oer l azienda Arbonne che si occupa principalmente di prodotti per la nutrizione e cura della pelle per  persone di tutte le età.

Descrive inoltre la capacità dei prodotti e  del sistema distrubuitivo sottolineando che:
"non cercavo un business, ero uno di quelle persone attirate dal prodotto. Ho fatto quello che molti di noi fanno quando ci innamoriamo di qualcosa, l ho detto a tutti enserendo man mano gli interessati alla mia rete (passaparola). Ho cosi cominciato a guadagnare un reddito da questo lavoro e ho messo cosi maggiore attenzione. 
Io in realtà ero già in pensione dal mio lavoro precedente "infermiere" con Arbonne adesso faccio full -time e/o  part-time ", decido io, ha detto Kay Husman.


Sonya Eckel, consulente indipendente Norwex, ha lasciato il suo lavoro a tempo pieno (terapia fisica) per diventare una mamma per i suoi quattro ragazzi. Poi Norwex è arrivata con la sua missione di 'pulito senza prodotti chimici'.

"Stavo già cercando di vivere sano e fare le scelte giuste, ho messo le mani sul prodotto e l ho conosciuto. Ho notato una maggiore qualità e sapevo che questo era qualcosa che dovevo fare. Dovrei condividerlo con le persone , "ha dichiarato... 

Le loro aziende sono costruite su un modello di vendita diretta: dalla vendita diretta ai consumatori, lontano dai negozi al dettaglio, attraverso presentazioni organizzate in casa o manifestazioni, fiere o altri canali, oppure direttamente su internet.

"Il passaparola è enorme. I miei clienti dicono che lo 'amano'. Questa è la migliore pubblicità che si potrebbe avere", ha detto Eckel.

Ma il successo non è facile.

Secondo MarketWatch.com, uno studio del 2010 di 12 aziende ha rilevato che in fondo il 99% della forza di vendita non ha guadagnato un utile netto per tutti. Come mai? A causa delle spese. Cose come i campioni del prodotto e le spese di start-up di appartenenza per entrare nel business della vendita potrebbe costare fino a 200$. 

Consulenti che portano utili con più di sei cifre ogni anno  costituiscono l'1% di tutto il settore.

Nel frattempo, alcuni consumatori sono molto critici del business, sostenendo la pressione che è 'troppo alta per comprare / vendere'.

"Ci sono cattivi attori, purtroppo, in ogni settore. Non solo nella vendita diretta. 

Direct Selling Association (DSA) sostiene di mantenere un rigoroso codice etico per i suoi membri: 185. Skowronek dice di non fare affari con un distributore, se non stai ricevendo esattamente quello che vuoi.

"Garantire che stai facendo affari con una società membra DSA. Francamente, a causa del processo a cui le nostre società ricorrenti sono sottoposte, stiamo  scommettendo molto sul front-end, giocando un ruolo attivo nella definizione di un  migliore standard  per questa industria ", ha detto Skowronec.

A volte, questi tipi di società sono scambiati per "schemi piramidali". Questi ultimi sono in realtà illegali. Definiamo, uno schema a piramide quel sistema che truffa i consumatori, manipola la forza vendita, solo per costruire una leadership a spese dei singoli partecipanti. Questo richiede l'attenzione dalla vendita di prodotti di qualità.

"Potrei sponsorizzare qualcuno domani che potrebbe superare di gran lunga i miei sforzi e  reddito. Questa non è una piramide. Si tratta di un campo da gioco. E 'fuorviante, ma la gente, purtroppo, ha ancora quel fondamento di pensiero" dice Husman.

Le giovani generazioni, compresi i "Millennials", che vogliono qualcosa di diverso rispetto ad un lavoro tradizionale, pensano che la vendita diretta sia una 'ricca soluzione per ottenere soldi rapidamente, ripensateci. Il DSA  avverte di mantenere le aspettative di guadagno realistiche.

"Ci sono persone che lavorano sodo e che hanno ottenuto risultati nel tempo business costruendo la propria rete di vendita diretta", ha detto Skowronek.

Per Kay e Sonya, la loro passione è chiara e il loro successo è alto,  viaggi, incentivi vetture di lusso.

Ma tieni in mente, tutto questo non è successo durante la notte. E per alcuni, potrebbe non accadere.

"E 'molto guidato da i vostri sforzi, etica del lavoro e passione che rappresentano qualcosa in cui credi", dice Husman.

L'ufficio del Better Business Bureau Sioux Falls ha detto che ci sono stati molti pochi casi  per quanto riguarda le denunce di società di vendita diretta. 
Direttore Jessie Schmidt diceche i consulenti lavorano in modo indipendente e curano molto il servizio dei propri clienti perchè il loro business si basa su di esso.

La divisione del procuratore generale per la tutela dei consumatori, mette in guardia tutti coloro che comprano o vendono, e viceversa. Capisco che ci sono delle regole rigide, badate bene sempre, a conoscere i termini e gli accordi tra le due parti, finisce.

Se vuoi comprendere meglio questo tema clicca il link sottostante




Fonte: www.ksfy.com

A cura del :  Goldweb Team Revolution


BBOM alla riscossa !!

Risultati immagini per bbom

Dopo essere stato bloccato, BBom annuncia agli investitori la riattivazione in BRASILE !!


BBOM  sospesa  nel luglio del 2013  sotto direttiva  della Corte Federale di Goiás, per il sospetto di operare come uno schema Ponzi,  potrà tornare in attività dopo aver subito modifiche. 
L'informazione è stata confermata da un membro del Consiglio di Edson Junior, che è in Rio Branco per chiarire il rilascio dello stato. Nella capitale San Giovanni d'Acri, circa 30 mila persone si sono unite a BBom e a  Sena Madureira e Cruzeiro do Sul, almeno 5000 persone in ogni città.
Secondo la Junior, la sua visita a San Giovanni d'Acri è quella di parlare della liberazione della società e presentare il nuovo piano. Il rappresentante ha spiegato che la società ha dovuto firmare un comportamento di regolazione Term (TAC) per essere in grado di tornare al lavoro senza alcun ritegno legale.


"Abbiamo dovuto inserire più prodotti. Prima avevamo solo inseguitori e ora ci sono più di venti prodotti della linea caffè, scarpe, indumenti e altro. Inoltre, abbiamo due modelli all'interno dello stesso progetto, una vendita diretta e gli altri di prestito, che è il diritto di affittare un prodotto dopo la vendita e dividere il profitto. 
Secondo Junior, l'accusa non è riuscita a dimostrare l'illegittimità di BBom. "Il nostro modello non era illegale, era semplicemente innovativo dalle norme e leggi per multilivello in Brasile. Il nuovo fà paura. Il modello è stato accettato e potrebbe adattarsi al mercato brasiliano, abbiamo dovuto effettuare le regolazioni," dice.

Il membro del consiglio di BBom riporta che gli associati di Acre che desiderano riscattare i rendimenti sugli investimenti dovrebbero richiedere alla società un documento comprovante dell'investimento, e quindi presentarlo al pubblico ministero. Junior dice che il valore deve essere compensato fino al 1 Dicembre 2015.
Già i membri che desiderano continuare nella società dovrebbero entrare nell'ufficio virtuale e accettare i Termini di Franchise Offering Circular, che sono  cambiati. "Dopo aver accettato la circolare, il membro deve stampare gli ultimi tre fogli del contratto, firmarlo, autenticarlo e inviarlo alla società", ha concluso.

Il G1, il MPF-GO riferisce che una TAC è stato firmato, ma non ancora approvata dal Tribunale federale, ancora non validata.


Fonte: g1.globo.com

SEC novità sul caso WCM 777

Risultati immagini per wcm777

Cari lettori, oggi affrontiamo un nuovo argomento,
l azienda in questione è WCM777, che anche in Italia, grazie ad alcuni "leader", ha  portato danni e perdite per alcuni di voi.

Grazie all intervento informativo anche di terzi, è possibile reperire notizie  ufficiali, portiamo sotto la vostra attenzione le seguenti:

questa settimana, gli utenti facenti parte di questo network, hanno ricevuto un promemoria "comunicato" il quale invita all azione e che spiega le modalità e il rinnovo tempistica dei termini di recupero dei crediti portato fino al 24 dicembre 2015, funzione abilitata direttamente dalla SEC ( Securities and  Exchange Commision).

Maggiori informazioni su:


oppure contattate via email 



Fonte: universomlm.com




VISALUS: CEO Ryan Blair ( dalla Delinquenza minorile al SUCCESSO )

Risultati immagini per vi salus ceo

In questo post vogliamo raccontare una storia che racchiude qualcosa d INCREDIBILE,

non preoccupatevi, nessun assassinio, almeno per adesso :D

Qualche giorno fà, un argomento al quanto strano, riportato da una rivista di MLM, ha suscitato il nostro interesse invogliandoci a riportarla anche sul nostro blog. Questo articolo "stano" è dedicato al CEO di Visalus (Ryan Blair) il quale racconta la sua stranissima storia che a breve leggerete.

Prima però apriamo una piccola parentesi sull azienda:

"Visalus, azienda americana con sede a Troy in Michigan e uffici sparsi a Los Angeles e Europa, commercializza prodotti per il controllo del peso.
Grande azienda in forte espansione con risultati sorprendenti, ha scalato e continua a farlo diverse vette ponendosi sempre obiettivi nuovi e intraprendenti con difficoltà crescente. 
Nel corso degli anni varie celebrità hanno "sponsorizzato" i prodotti di Visalus, aggiungendo sempre più valore e credibilità ad essi e soprattutto all azienda stessa.

Dal 2005 in Attività, sbarca anche in Italia proprio quest anno, inaugurando a inizio anno, oltre al mercato italiano anche il proprio compleanno per il 10° anno di età".





Adesso che conoscete l azienda torniamo a parlare del maggiore dei tre fondatori Ryan Blair.
La particolarità della storia della sua vita comincia fin dalla sua adolescenza, infatti, il piccolo Ryan ancora sedicenne, venne arrestato con l accusa di rapina a mano armata :O affiliato di una gang violenta californiana. WOWWWWW qualcuno direbbe =_= 
Nel frattempo pensando al suo futuro decide che questa non era la vita che avrebbe voluto.
L avventura vitale di Blair continua GRAZIE alla madre che avendo conosciuto un imprenditore, divenuto in seguito l ispiratore del figlio, fa scattare in lui la voglia d intraprendere qualcosa di diverso.
In questo arco di tempo, il piccolo che cresceva sempre più capisce, grazie al compagno della madre, che la gente di maggiore SUCCESSO è quella che riesce a vendere un IDEA, una VISIONE, un PRODOTTO. 

A questo punto decide d intraprendere la strada dello studio e torna a scuola e successivamente s iscrive anche all università, nel frattempo a 21 anni, il piccolo genio informatico autodidatta apre la sua prima azienda tecnologica e da quel punto in poi un susseguirsi d esperienza vitale.
A distanza di soli tre anni vende la sua seconda azienda per 25 milioni di dollari. :O

Pian piano capisce che la crescita e la vendita di aziende potrebbe essere un vero e proprio business di valore e di remunerazione sia per la difficoltà e la sfida di cui si necessita sia per la soddisfazione e il guadagno finale alla vendita.

A distanza di tempo diventa amministratore delegato dell azienda VISALUS di cui ancora oggi fa parte.
La sua vita e il suo successo determina il suo carisma e da vita a progetti differenti tra questi, in particolare evidenzia la creazione di una fondazione che aiuta a combattere la povertà e soprattutto gli adolescenti in difficoltà, a cui vengono destinati milioni ispirato dalla sua situazione familiare.

Questa generosità deriva dall umanità e amore che nutre nei confronti del proprio figlio, infatti il piccolo di 6 anni, avuto con la moglie REGAN soffre d autismo.

Ripensando a tutto il suo passato e presente, dice che non avrebbe mai pensato un vissuto di questo genere il piccolo Bryan. Divenuto oramai un riccone, nel suo Best-Seller 2011 (niente da perdere), chiede scusa a tutti per i suoi precedenti anni da criminale. 

Beh che dire, una storia davvero particolare....  


Cosa sono gli ETF

ETF

Se vi chiedessimo di spiegare cos’è un ETF probabilmente in pochi sapreste rispondere compiutamente. Nulla di strano se si pensa alla complessità del mondo finanziario e alla quasi totale assenza in Italia di un’educazione finanziaria.


L’ETF è una particolare tipologia di fondo d’investimento, a gestione passiva, negoziato in Borsa come un comune titolo azionario ma che, a differenza dei fondi tradizionali, persegue l’obiettivo di replicare la performance di un indice e non di superarla.
Si potrebbe immaginare un ETF come un contenitore composto da vari titoli, gli stessi presenti nei principali indici quali lo Standard & Poor’s, il Nasdaq, il Ftse Mib etc.
I primi vantaggi sono quindi legati al fatto che gli ETF replicando (e non tentando di superare) la performance degli indici di riferimento richiedono una ridotta operatività, quindi una gestione più semplice e meno costosa e che, diversificando l’investimento, consentono di investire riducendo i rischi correlati.

Semplici.

Attualmente gli ETF quotati sulla Borsa Italiana sono circa 900 e permettono di operare su di un’ampia scelta di strumenti (azionari, obbligazionari etc), relativi a diverse aree geografiche. L’ETF, proprio perché non prevede aste ma una semplice negoziazione (al pari delle azioni), consente di prendere subito posizione sul mercato, in qualunque momento della giornata.

Funzionali.

L’investimento in ETF si presta bene anche all’utilizzo da parte del piccolo risparmiatore, dal momento che il lotto minimo di negoziazione è pari a 1 azione/quota di ETF. Pertanto si può avere accesso al mercato anche con un piccolo investimento creando, mattoncino dopo mattoncino, un portafoglio personalizzato adatto alle proprie esigenze e aspettative (al riguardo vedi anche il Piano di accumulo).

Trasparenti.

Per quanto concerne i costi di negoziazione sono sostanzialmente gli stessi previsti per le azioni.
Ogni ETF ha delle Commissioni Totali Annue (TER), le quali:
  • possono variare di anno in anno (ma che in genere non superano lo 0,90% annuo)
  • sono pagate in proporzione al periodo di detenzione dell’ETF
  • sono trattenute ogni giorno, per la quota parte di competenza, dal gestore dell’ETF (in ogni caso i prezzi di acquisto e di vendita sono già al netto delle spese)
A differenza dei fondi comuni, non è prevista nessuna commissione di “Entrata”, di “Uscita” e di “Performance” e gli ETF  si comprano e vendono facilmente durante il normale orario di apertura della Borsa, più volte al giorno.
Inoltre i costi di gestione (TER) sono chiaramente indicati nel prospetto informativo e sono facilmente reperibili sui siti finanziari specializzati come ad esempio quello di Borsa Italiana.

Prudenti.

Come già anticipato, gli ETF non cercano di “battere il mercato”, ossia di ottenere performance migliori dell’indice sottostante ma si limitano a replicarlo e per questo sono meno rischiosi rispetto ad altre forme d’investimento.
Gli ETF non sono esposti al rischio di insolvenza (infatti non richiedono un rating) poiché hanno un patrimonio separato rispetto alle società emittenti, cosi come a quelle che si occupano della loro gestione e/o amministrazione. Quindi anche qualora tali società risultassero insolventi gli ETF sarebbero sempre e comunque al sicuro.
Ancora dubbi? Per chi avesse ancora dubbi sulla validità degli ETF è utile ricordare che i maggiori utilizzatori sono gli investitori istituzionali, proprio per la trasparenza ed efficienza di tali strumenti.
Fonte: moneyfarm.com

Globale INTERGOLD (Ex Emgoldex) ciò che nessun "leader" dirà mai !!

LEGAL ACTION. Global Intergold said it will pursue legal actions against unauthorized group that has misused its name for illegal operations

In questi ultimi anni molti utenti si sono avvicinati ai cosi detti "sistemi" del bene di rifugio, e commerce dell oro, tavole magiche, o chiamatelo come preferite.
Abbiamo visualizzato questo sistema e studiato il funzionamento, sentito vari "leader" che in certe occasioni si "professavano" o "professano" ancora Avvocati, Ragionieri,Tutori della legge o in certi casi vanno oltre.
Ovviamente ogni Paese ha le proprie leggi e in ogni Paese vanno rispettate, in molti casi abbiamo visto che la storia è sempre uguale, cambiano i personaggi, sistemi, avvolte in modo evidente ripetono sempre i medesimi errori.
Oggi, vedendo che ancora, a distanza di tempo nessuno ne  parla in modo esaustivo, abbiamo deciso di aprire una parentesi che non ha intensione di denigrare colui o coloro che operano in maniera trasparente o ignora alcuni fatti che accadono e continuano a "creare" mero LUCRO distruggendo un settore che sempre più viene demolito grazie a questi "leader".



 Sicuramente a qualcuno di voi è capitato chiedersi, che fine ha fatto EMGOLDEX ? Tranquilli non sono scappati a gambe levate, almeno per adesso :D ma hanno semplicemente cambiato nome, perchè una società che dura da più di 5 anni per lo più con un piano compensi studiato da professionisti di vari settori e ultimato da un avvocato dovrebbero cambiare nome ad un azienda che dura da tutti questi anni e addirittura superato la "PAURA" del crollo dei primi 5 anni che ogni nuova azienda teme e si pone come obiettivo principale?

Mah, sarà un puro caso, ci sarà una ragione plausibile, non facciamo polemica, i nostri "leader" sicuramente avranno una spiegazione specifica che ci hanno insegnato per tranquillizzarci.

E se andassimo noi a ricercare le notizie cosa accadrebbe  ?? 
Andiamo indietro nel tempo. torniamo ai tempi delle favole e ascoltiamone una:

C era una volta Emgoldex anche nelle Filippine, purtroppo la SEC ( Securities and Exchange Commission) fece un indagine e a conclusione avvisò la stessa società che non fossero a norma ma la società  prontamente si giustificò che fosse solo un gruppo " d investitori" fraudolento isolato  che si spacciava utilizzando il "buon nome" aziendale.

Sarà Vero ?? Come accadeva nelle favole più belle lasciamo qualche pezzettino di mollica per  la strada del ritorno, sempre sperando che qualche "leader di turno" non le mangi, in questo periodo mangiano tutto :D



OPSSSSSS, qualcuno dirà, non preoccupatevi, siamo fiduciosi che i vostri "amici" vi abbiano avvisato, magari raccontando una bella storiella come la nostra *_*

Utilizzando ancora l infanzia, tornando e seminando ancora le nostre molliche, arriviamo al cambiamento del nome della società che, lasciando soli gli "investitori", cambia nominativo portando,secondo alcuni "leader" INNOVAZIONE e aria di LUCRO maggiore.

Ma la SEC non molla MAI (non dimentichiamolo), quindi continua a supervisionare la famosa EMGOLDEX, scusate, INTERGOLD (il nuovo nominativo aziendale), che venerdi scorso deposita  una denuncia penale definitiva nei confronti di diversi TOP INVESTITORI della stessa società. La società ovviamente e prontamente, avvisa la SEC per la seconda volta, che non centra nulla e che ha incaricato un legale che seguirà la vicenda da vicino.

La SEC afferma che su INTERGOLD si utilizzi lo stesso sistema PONZI esistente in EMGOLDEX  avvisato a febbraio di quest anno.

In passato, la SEC nel 2014,stavolta  in America, aveva avviato indagini con conseguenti rapporti:



Dopo queste chiare  indagini e avvenimenti, ricordiamo che anche in EUROPA,la Società INTERGOLD adotta lo stesso metodo di reclutamento, tanti bravi utenti addestrati ad HOC: fanno dei video, si mostrano ad eventi, raccontano di successi e guadagni facili e molto altro, nessuno però si pone o dà risposte alle domande più importanti, questo metodo è davvero in regola ?? Questi signori "leader" si sono mai confrontati con gli ENTI di controllo predisposti nel nostro PAESE ?? La regolamentazione secondo il mero reclutamento, unico metodo per GUADAGNARE, perchè se non recluti non guadagni, non è vietata e perseguibile secondo la legge 173 del 2005 ? La storia del bene di rifugio la conoscono bene i compro oro ed è molto confusa nei confronti della legge vigente, quindi cari "leader" dovreste spiegare in modo chiaro cosa sia realmente; un semplice e commerce?? Un network marketing ?? Un sistema piramidale ?? Oppure cosa ?? Non è importante, la cosa importante è che si LUCRI facendo fesso chi non s informa e tenendoli all oscuro di tutto finchè anche in EUROPA e soprattutto in ITALIA qualcuno intervenga attuando le LEGGI vigenti :)

Sicuramente tutti saranno "in buona fede" e non avranno sottovalutato tutti questi aspetti, perchè siamo convinti che questi "leader" sono persone umane e da tali non raccolgono le molliche che ognuno di voi ha seminato con il lavoro, risparmi, sudore,prestiti,ecc, sacrificando e sacrificandosi (in molti casi).

Ovviamente questa è una favola oppure no ?? :D

Rimanete sintonizzati e condividete gli articoli non dimenticando d inserire un semplice MI PIACE sulla nostra pagina di riferimento !!


A cura del :  Goldweb Team Revolution


LiveSmart 360 chiude battenti

Risultati immagini per closed


Secondo una e-mail ai distributori:


"E 'con profondo rammarico che scriviamo per informarvi della chiusura permanente di tutto  LiveSmart 360 benessere e delle operazioni di business, formalmente.

Abbiamo avuto una lunga storia nel nostro settore che ha forgiato molte amicizie e preziose partnership in tutto il mondo; ma da allora ci siamo trovati incredibilmente a far fronte agli alti costi difficili finanziariamente con il successo di una organizzazione di vendita in tutto il mondo nell'attuale clima economico difficile.

Abbiamo esplorato ogni possibilità di mantenere le nostre porte aperte senza successo; e, di conseguenza, non ci resta altra scelta che chiudere le nostre porte.

Oggi, Venerdì 30 Ottobre è il nostro ultimo giorno di apertura ufficiale per il commercio con limitata disponibilità dei servizi.

Chiuderemo il mese come di consueto, saranno pagati i bonus, e tutti gli attuali ORDINI ARRETRATI saranno SODDISFATTI.

Tutto il nostro personale è estremamente orgoglioso dei nostri Soci e la i loro anni di fedeltà alla missione, visione,  di prodotti di LiveSmart 360 e Sora benessere.

Comprendiamo la repentinità del presente bannuncio e ci rammarichiamo per l'inconveniente che la chiusura probabilmente causerà ".

Fonte: businessforhome.org